filosofia personale Terapia craniosacrale riconnessione ricerche e riflessioni news ed eventi

Riconnessione e Guarigione Riconnettiva
The Reconnection and Reconnective Healing


Guarigione energetica:”Mito o realtà”?
Cos’è la guarigione? “E’ il riconoscimento e la riappropriazione della nostra vera essenza, cioè chi siamo”.

Luciano Dal Cortivo


Guarigione, una parola affascinante, densa di significato, che sempre più è al centro di diatribe tra medici/terapisti ed operatori che utilizzano metodologie di trattamento cosiddette “energetiche”, per il benessere e la guarigione della persona. La filosofia e l'operatività tra le due categorie è molto diversa, spesso distante anni luce. Chi ha ragione? Chi ha torto? Avendo frequentato e vissuto entrambi le “scuole”, convenzionale e non convenzionale, ad oggi mi sento di affermare che è una questione di operare con coscienza; ostinarsi a sostenere che solo la propria pratica è giusta porterà poco lontano. Ogni cosa ha un suo senso di esistere e tutte le persone saranno portate verso l’esperienza più adatta per quel preciso momento della loro vita.

Fondamento della metodologia energetica è considerare l’uomo in modo olistico, ovvero globale. Vocabolario alla mano la parola olismo viene descritta come “una teoria biologica che sottolinea l’importanza dell’organismo in quanto totalità, attribuendogli maggior valore di compiutezza e di perfezione rispetto alla somma delle parti in cui è suddiviso”. Nel campo delle pratiche energetiche tale concetto viene esteso, considerando la persona nella sua completezza fisica, psichica e spirituale. Etimologicamente parlando, non a caso, la parola guarigione cela il significato di “tutto intero”, mantenere o “rendere intero”. L’uomo è un essere unico e indivisibile che ha, per diritto di nascita, “l’occasione” di vivere, oltre che di funzionare. Utilizzo il termine “occasione” perché ritengo che la vita sia una meravigliosa esperienza messa a nostro servizio, considerando non fortune o doni quanto ci capita nella vita, ma che sia un dono la vita stessa. La vita è fatta di alti e bassi, prove che ci insegnano a dare il giusto peso (o a non dare troppa importanza) agli accadimenti “positivi” o “negativi” che si presentano lungo il nostro cammino. Se tutto va bene ci sentiamo forti e sicuri. Nel caso contrario ci sentiamo deboli e insicuri ed abbiamo la tendenza ad abbatterci, a cadere a terra. Rialzarsi è molto faticoso e spesso è più comodo rimanere a terra a compiangersi. La vita offre le opportunità per rialzarsi e annota, senza giudizio, se si utilizzano. Non farne uso per scelta, paura, incapacità o perché non si è pronti non fa differenza. La vita semplicemente legge, ovvero prende atto che un’opportunità non è stata impiegata e rifletterà nel vissuto della persona ciò che ha dentro di sé non avendo sfruttato tale opportunità. In breve, se legge “vuoto” nella persona la svuoterà ancora di più, se legge “pieno” la riempirà ulteriormente. La vita non è né bella nè brutta, è come noi la viviamo, come ci relazioniamo con essa, sia nei momenti felici che infelici.

Chi o cosa ha creato la vita e tutto ciò che esiste? Dio, Padre, Allah, Geova, Sorgente o Fonte Divina, Grande Architetto, Intelligenza Universale, Amore, scegliete il più affine a voi, oppure non scegliete se non credete all’esistenza di un qualcosa di Superiore. A me viene spontaneo pensare che un qualcosa di Superiore esiste, anzi E’. La definisco un’ Intelligenza con cui collaboriamo (co-creazione) alla realizzazione di un progetto, la Vita (e l’Ascensione?).

Dio è ideatore e regista di un “film” chiamato Vita, noi uomini siamo gli attori impegnati in team per la sua manifestazione, ognuno con un personale ruolo da compiere. Il regista pone in mano agli attori il copione, li osserva e li indirizza durante la recita; ma cosa esprimerà il film dipende dagli attori.

Che ruolo assume la religione e la spiritualità nel mio discorso? Non è mia intenzione creare collegamenti con la religione né tanto meno con la spiritualità intesa come modo di vivere, pensare, interpretare, sentire, comportarsi, agire o altro. Che lo apprezziamo o no la spiritualità è presente in ogni cosa tocchiamo, vediamo, sentiamo, da quella che più ci piace a quella che meno ci piace.

 

Universo ed energia

Cos’è l’energia?

Dal punto di vista fisico, l’energia è descritta come quella proprietà della materia che indica la sua capacità di compiere lavoro, di generare, in parole povere, movimento.
Essa è strettamente connessa con l'esistenza della vita, in quanto, in un universo in stato di quiete assoluta, non avverrebbero le interazioni, in altre parole non si stabilirebbero le connessioni tra entità, sia nell'infinitamente grande, che nell'infinitamente piccolo.
L’energia è una proprietà della materia ovunque sia presente l’azione di una forza, o, meglio, di un campo di forze, ovvero un’entità che descrive la presenza della forza nello spazio e nel tempo. Il trasporto dell’energia avviene attraverso l’interazione con il campo di forze, ovvero nel momento in cui si è soggetti all’azione della forza stessa. Al di là delle definizioni da libro di fisica, energia è una parola che ricorre spesso nel vocabolario delle persone, e che ha anche una valenza mistico-esoterica.
Soffermandomi su quest’ultima, mi sono sovente domandato il perché tale conoscenza mistica sull’energia abbia un fascino così grande su molte persone, e in qualche modo, l'accoglierla nel proprio sistema di credenze, sia in grado di donare voglia di crescere umanamente. La risposta che mi sono dato è che, essendo noi realmente immersi in un campo di forza chiamato universo, stiamo accogliendo nella nostra mente ciò di cui da sempre avvertiamo la presenza.
Tale campo di forza, sommatoria di forze gravitazionali, elettromagnetiche, nucleari forti e deboli, di una complessità e dimensioni inimmaginabili, è il luogo in cui avvengono in ogni istante un numero enorme di interazioni. Gli esseri viventi, e in particolare gli uomini, sono ovviamente parte integrante, ne sono contemporaneamente generati e generatori. Ogni ente presente nell’universo è, in realtà, un aggregato di un numero tipicamente enorme di costituenti elementari, principalmente elettroni, protoni e neutroni (nucleoni), cioè la cosiddetta materia ordinaria, i nucleoni stessi costituiti a loro volta dai quarks.
Invertendo la visione, i quark costituiscono i nucleoni, elettroni e nucleoni compongono gli atomi, gli atomi compongono le molecole, gli aggregati di molecole diventano cellule, gli aggregati di cellule sono organismi viventi e senzienti e così via fino ai pianeti e le galassie. Sia espandendo la nostra visione, o meglio la nostra scala, sia riducendola ai costituenti elementari incontriamo la stessa immagine, entità che si scambiano energia, e che, nel farlo, alterano in modo permanente e tipicamente irreversibile, il corso della loro storia. Questo continuo aggregarsi, verso entità sempre più complesse, si basa sul fatto che a livello elementare avvengono interazioni, scambi di energia continui e in modo non caotico ma armonioso, secondo leggi descritte da una teoria fisica ricca di fascino: la teoria quantistica dei campi, in cui lo scambio energetico tra particelle avviene attraverso lo scambio di un mediatore, un messaggero contenente tutte le informazioni della natura stessa dell'interazione, una particella nota con il nome di “bosone di scambio” o “quanto della forza”. Il concetto di particella è, in teoria quantistica dei campi, un concetto più complesso di una pallina che urta e rimbalza, è innanzitutto riferito ad una entità che ha una duplice natura, corpuscolare (e quindi urta e rimbalza, è proiettile e bersaglio), e contemporaneamente ondulatoria, ovvero la sua legge del moto è quella di un'onda.

In fisica quantistica, ogni particella elementare esibisce questa duplice natura, la luce elettromagnetica stessa, con cui abbiamo più familiarità, è in realtà composta da oggetti elementari, i fotoni, che, pur non avendo massa, ovvero essendo entità di pura energia, si propagano come onde ma sono altresì in grado di “sbattere” contro altre particelle e alterarne il moto. Il concetto di frequenza di vibrazione è, quindi, un concetto intimamente connesso con la natura stessa della materia.
Gli stati condensati che noi conosciamo, i solidi, i liquidi, ma anche gli aeriformi, non esibiscono in modo drammatico la loro natura quantistica, ma solamente perché noi umani siamo abituati ad osservarli a livello macroscopico, in cui il loro essere aggregati di un numero enorme di costituenti elementari fa notare unicamente effetti medi, che descriviamo con proprietà anch’esse macroscopiche (peso, pressione, temperatura, ecc.).
E’ necessario si presentino particolari condizioni della materia (detti stati di coerenza) perché anche tali aggregati esibiscano proprietà quantistiche. La superconduttività e i laser sono esempi di tali particolari stati. Ma se cominciamo a guardare in profondità, entrando ad esempio all'interno della struttura cristallina di un solido, ciò che osserveremo è un sistema di elementi in perenne vibrazione. Vibrano gli atomi intorno alle loro posizioni reticolari, vibrano gli elettroni intorno ai nuclei, vibrano i nucleoni. La meccanica quantistica stabilisce precise relazioni tra l'energia posseduta da una particella e la frequenza dell'onda con cui è possibile descriverne il suo moto.
La teoria quantistica dei campi si spinge più in là, non solo descrive le particelle come entità che possiedono entrambi gli attributi ondulatori e corpuscolari, nel senso classico della meccanica quantistica, ma le descrivono attraverso il loro “campo quantistico”, ovvero quell'entità che esiste in ogni punto dello spazio, che ne regola le leggi di interazione, fino anche la creazione e l'annichilazione. La fisica attuale non solo sta cercando di unificare la descrizione campistica di tutte le forze, ma è anche in corso di verifica la teoria riguardante il bosone di Higgs, il mediatore della forza del campo omonimo che si ritiene permei l'universo e dia massa a tutte le particelle.
Dopo un secolo di ricerche, nelle menti di molti fisici si è fatta strada la necessità di trovare una descrizione unica dei campi, ipotizzando che la differenziazione che noi umani abbiamo introdotto altro non è che una questione di scala dell'energia in cui sono state fatti gli esperimenti, in altre parole, di limitatezza della visione.
In buona sostanza, e volendo scherzare un po', i fisici sono in cerca di formulare le leggi dell'universo come leggi di un campo unico che ne regola l'esistenza e il divenire, la “Forza” usata e descritta dai maestri Jedi di Guerre Stellari. Per concludere, ho discusso di come la materia e l'universo siano un immenso aggregato di entità elementari in perenne vibrazione, che si scambiano continuamente energia, mediante l'opportuno quanto della forza caratterizzante l'interazione. Possiamo farci ora alcune domande di carattere più mistico:
L'uomo può carpire i segreti di questi meccanismi con la sua sola coscienza?
Può l'essere umano divenire senziente del campo di forza universale cui è soggetto in ogni istante della sua esistenza e comunicare con esso?
Può l'essere umano pilotare l'azione del campo, mediante la sua coscienza? Fisicamente non sarebbe impossibile, purché l’uomo fosse naturalmente dotato di opportuni rivelatori e generatori.
Bisognerebbe, cioè, ammettere che in ogni essere umano sia intrinsecamente presente, come una sorta di istinto, il libretto di istruzioni del campo di forza universale, lasciato, con magnanimità, dal genio dell'entità primigenia, sorgente del campo stesso.

 

Fisica Quantistica

E’ stato scritto tanto sulla Fisica Quantistica, finora, da eminenti scienziati, molto più preparati di me. Mi limiterò pertanto ad esporre le basi essenziali di questa scienza e come può essere compresa ed applicata unitamente alla Scienza Riconnettiva.
Per Quanto (dal latino Quantum) si intende la quantità più piccola di energia o materia con cui si entra in relazione con leggi opposte alla Fisica classica. La Fisica classica sostiene che tutta la materia è energia. Questa tesi è avvalorata dalla famosa formula di Einstein: E=mc2 e cioè che l’energia è uguale alla massa (materia) moltiplicata per la velocità della luce (300.000 km al secondo). La Fisica Quantistica che è un’estensione più avanzata della Fisica classica, sostiene, avendolo dimostrato, che tutta l’energia è Coscienza (Intelligenza). Quindi al di là dell’aspetto fenomenico della Luce esiste un universo, speculare a quello fisico classico, un “Campo Cosciente Direttore” con leggi completamente opposte e governatrici su quelle fisiche, le cui possibilità di estendere la creazione in modo coerente ed ordinato sono…illimitate. Quindi non a caso tale Campo Cosciente viene definito dai fisici quantistici il “Campo delle possibilità o probabilità”. Insomma tutto ciò che prima si riteneva impossibile poiché “governato da leggi deterministiche” oggi viene messo in discussione e ritenuto possibile. Cosa significa questo per l’uomo moderno? Possibilità illimitate di scoprire (o riscoprire?) e applicare nuovi modelli di realtà, un nuovo modo di pensare e agire non più in forma separata e quindi da spettatore passivo (esterno) delle “leggi fisiche”, ma come Osservatore Consapevole (interno) perfettamente integrato al centro dell’Universo Cosciente dove Opera la Legge Unitaria d'Attrazione (l’Amore), la Forza Cosciente che Unisce e che egli (l’uomo) può finalmente attivare e dirigere coscientemente a proprio vantaggio e rendere la propria vita luminosa e prospera in ogni campo dell’esistenza.

Il Cuore della Fisica Quantistica
Di cosa è costituita principalmente la materia? Di atomi. Quindi l’atomo, col suo nucleo e gli elettroni che gli orbitano intorno, è la base o il cuore della materia fisica (noi compresi). I fisici quantistici hanno scoperto che all’interno del nucleo dell’atomo, esiste appunto un universo ancora misconosciuto a cui hanno dato il nome di Spazio Quantico o Mondo Quantico. Una delle scoperte più affascinanti è stata che in tale Spazio opera la Legge di non località. Cosa significa? Che due particelle di energia pur essendo distanti a migliaia di km tra loro comunicano, nello stesso momento, in perfetta coscienza. Ma la scoperta ancor più affascinante è stata che le due particelle erano in realtà…la stessa particella (una) simultaneamente presente in luoghi differenti! Cosa significa ciò e quali risvolti può avere nelle nostre vite se afferriamo nel profondo tale comprensione? Significa che siamo fondamentalmente UNO, uniti nell’Unico Campo Cosciente e che le “distanze locali” sono solo un’illusione in quanto la materia non è altro che Pura Coscienza-Energia (Intelligenza) condensata in forme differenti (locali). I fisici quantistici hanno inoltre scoperto che la materia, come noi la intendiamo ed osserviamo, è “vuota” . In realtà è un vuoto apparente poichè la materia al suo interno è strutturata da campi quantistici (una sintesi perfetta di Luce, Energia ed Informazione) poco esplorati a questo livello che sono l'architrave della materia stessa in quanto la informano costantemente permettendole di modificarsi secondo il codice amorevole e armonioso della Vita (vedi la recente scoperta sul
bosone di Higgs, la "Particella di Dio"); lo stesso nucleo dell’atomo nel suo centro infinitesimale contiene un piccolissimo “punto di materia” che materia non è ma un Bip (informazione-pensiero condensata). Pertanto per poter comprendere ed afferrare compiutamente tale realtà dobbiamo imparare ad affinare ciò che omeopaticamente parlando è affine al Bip, il Pensiero, poiché tutta la materia è fondamentalmente costituita di Pensiero Cosciente. Insomma la Fisica Quantistica ci invita ad essere prima non locali, affinando il Pensiero nel centro cosciente della materia fisica (Cuore) per poter modificare “la materia locale” (mente) e creare la realtà che desideriamo.
Cosa può insegnarmi la Fisica Quantistica comparata alla "Particella di Dio" di Higgs?
Siamo arrivati al Pensiero. E’ logico comprendere che se tutta la materia è governata da Un Pensiero tale Pensiero dovrà Essere Sempre Presente nel campo non locale dove per non località significa anche senza tempo, ovvero…eterno. Se il Pensiero dovesse smettere di essere anche solo per qualche secondo tutta la “materia crollerebbe”. Lo spazio-tempo è ciò che caratterizza il mondo fenomenico al di qua della luce e se togliamo lo spazio (luogo) scompare anche il tempo. Quando sentiamo che il mondo ci sta “crollando addosso” è perché per un tempo più o meno lungo non abbiamo pensato bene, in maniera coerente con il Principio della materia. E’ come se avessimo deciso, inconsciamente, di creare “un altro universo” a nostra “immagine e somiglianza”, con nostre leggi, spostandoci dalla Presenza del Pensiero Cosciente senza tempo (Particella di Dio) all’assenza del pensiero incosciente del tempo. Il tempo ha perso cosi’ la sua sacra funzione di esprimere il Pensiero Cosciente del senza tempo. Insomma, in realtà abbiamo perso tempo…prezioso!
Tratto da www.reconnectyourself.it


L’intenzione

Come si attua un trattamento energetico? Innanzitutto voglio liberare il campo da una credenza abbastanza comune che nasce da una distorta informazione diffusa da diversi sostenitori della guarigione energetica come anche dai detrattori, ovvero che si opera con energie e forze misteriose od occulte. Non si lavora o interagisce con nessuna energia e forza misteriosa od occulta. Ognuno è libero di esprimersi come meglio crede in riferimento al concetto di guarigione, terapia o tecnica energetica; il mio è che non esistono energie misteriose od occulte, ma solo energia.
C’è l’energia, la luce e l’informazione.

La scienza spiega che l’uomo è un “ammasso” di particelle fotoniche (luce) e grandi fisici, tra cui Albert Einstein, affermano che la luce è la frequenza madre grazie alla quale tutti gli organismi viventi possono funzionare, in virtù dell’informazione (la Parola di Dio?) che ricevono; l'Informazione è Consapevolezza.

Illustri scienziati, Reich, Teodorani, Tiller, Schwatrz, Korotkov solo per citarne alcuni, hanno dimostrato scientificamente, con l’ausilio di sofisticate tecnologie, che il biocampo (o campo bio-elettro-fotonico) umano si modifica in conseguenza di un trattamento energetico. Passa da un' eventuale stato di disordine e incoerenza ad uno di ordine e coerenza. Si è inoltre notato un riordino delle molecole d’acqua, di cui il corpo è composto per circa il 75%. E’ da tener conto che ciascuna cellula corporea è circondata da un’ esigua quantità di liquido e la sua normale funzione dipende anche dal mantenimento del suo ambiente liquido entro uno stretto ambito di condizioni che includono volume, temperatura e composizione chimica. Se la composizione del liquido che le circonda devia dal suo ambito normale, le cellule e l’individuo possono morire. Le cellule sono dei veri e propri minuscoli circuiti oscillanti, in grado di sintonizzarsi gli uni con gli altri attraverso flussi di energia elettromagnetica e perturbazioni che ne trasformano e distorcono la vibrazione di base possono annientarle. Quali sono i meccanismi intimi e precisi che portano alla modificazione del biocampo dopo un trattamento energetico? Si teorizza, ma nessuno ha certezze. Un fattore è evidente alla base della trasformazione: l’intenzione consapevole di aiutare e di farsi aiutare. Aiutare non significa pretendere di risolvere i problemi delle persone, ma di facilitarne la risoluzione. Farsi aiutare non vuol dire esigere che gli altri dissolvino i nostri problemi ma di ritrovare la “propria direzione” con l’ausilio di una indicazione. Il vero guaritore non toglie i problemi ma favorisce l’innesco del potere di auto-guarigione insito in tutti gli esseri umani, la consapevolezza di ciò che possiamo e vogliamo essere; è una riscoperta di noi stessi che ci fa vivere in modo straordinario. Il guaritore apre una porta, dopodiché sta al cliente decidere se oltrepassare la soglia. La mancanza parziale o totale di tale patto tacito limiterà, proporzionalmente, al terapeuta e al paziente, quanto è per sè.

 

Nel prossimo capitolo entrerò nello specifico della Riconnessione e della Guarigione Riconnettiva, ma prima vorrei esporre un mio parere partendo da un quesito che parecchie persone mi hanno esposto, ovvero:”La Guarigione Riconnettiva è diversa da tutte le altre tecniche di guarigione energetica? E, in cosa è differente”?

Innanzitutto preciso che la Guarigione Riconnettiva non è una tecnica, ma espressione di consapevolezza su chi e cosa siamo.

Sperimentazioni scientifiche hanno evidenziato che i parametri di rilevamento delle modificazioni a livello fisico negli ambienti e nelle persone coinvolte nel processo riconnettivo, sono notevolmente diversi da quando si adoperano altre modalità di trattamento energetico. Le frequenze riconnettive hanno una nuova larghezza di banda, portate attraverso un ampio spettro di energia, luce ed informazione.

Per fare un esempio immaginate di essere una vecchia radio, dotata della rotella cerca canali che rappresenta il vostro potere di scelta. Se girando la rotella vi sintonizzate su un canale disturbato e vi accontentate di ascoltarlo, vuol dire che state utilizzando una qualsiasi tecnica. Nel momento in cui, girando la rotella, vi sintonizzate su un canale il cui suono è limpido e decidete di ascoltare quella musica, state utilizzando la Guarigione Riconnettiva. Non ha importanza quale canale utilizzi il volume più alto, ovvero più energia; il semplice sussurrare (minore impegno energetico) un’informazione nell’orecchio di una persona porta benefici maggiori rispetto a quando nello stesso orecchio si urla (maggiore impegno energetico).

La Guarigione Riconnettiva è Guarigione. Non significa una ricetta per tutti i “mali” in senso specifico, né un semplice “stare meglio”, ma un ritorno all’ordine/equilibrio su tutti i piani. Possiamo dargli l’appellativo che desideriamo, nessuno ce lo impedisce. Ogni etichetta che le accolliamo è l’identificazione di una delle tante forme espressive della guarigione da noi create, ma la guarigione è una. Se crediamo che in base al nome che porta, o non, sia migliore, più forte o potente di altre, significa che non abbiamo compreso il senso e la forza della guarigione. Scherzosamente la Guarigione Riconnettiva possiamo chiamarla Reiki, Theta Healing, Pranic Healing o altro. Chi è sopra di noi se ne frega degli appellativi, trascende tutto ciò. Il vocabolo non distingue una forma di guarigione da un’altra, ma l’approccio alla guarigione. I termini servono per onorare l’impegno di chi porta alla massa la propria idea/concetto di guarigione, che è verità tanto quanto si è consapevoli, in onestà con se stessi, che la guarigione è uno stato dell’essere, a prescindere dalla denominazione. L’importante è non sposare definitivamente i concetti legati ad una determinata pratica, poiché innamorarsene a vita priva della possibilità di scoprire cosa c’è oltre. L’ignoto è la più grande fonte di informazioni che abbiamo, e l’unica cosa che ci impedisce di fare un passo avanti è la paura.

In considerazione di quanto esposto rispondo:”Sì, la Guarigione Riconnettiva è diversa da tutte le tecniche di guarigione energetica”. Perché? “Perché ha un approccio diverso alla guarigione...ma chi si incammina veramente sul percorso della guarigione non cerca differenze...”

 


 


Riconnessione-The Reconnection
La Riconnessione è una presa di consapevolezza della intima unione che noi esseri umani abbiamo con tutto ciò che esiste, conosciuto e non conosciuto. Perché ri-connessione? Tale parola si lega ai concetti che seguiranno, ma può, allo stesso tempo, creare un po’ di confusione. Infatti, tale termine porta a pensare che siamo stati di-sconnessi o scollegati, ma da cosa? Sicuramente la nostra parte più profonda, il non coscio, la nostra Intelligenza Innata o, per meglio dire, la nostra Vera Essenza sa di cosa si tratta. Tutti siamo connessi ad un qualcosa che già esiste dentro di noi, descritto a volte come Fonte, Sorgente di Vita, Intelligenza Universale, Sé Superiore, Matrice Divina, Intelligenza Divina, Padre. Ne siamo una estensione.
È il microcosmo integrato al macrocosmo.
L’essere disconnessi si riferisce alla parziale o totale inconsapevolezza di chi e cosa siamo. Abbiamo la “vista annebbiata” da credenze e convinzioni fuorvianti.
Chi è appassionato di teologia potrebbe intravedere una relazione con la “Caduta” descritta nella Bibbia: “Il primo risveglio della concupiscenza, manifestazione del disordine introdotto dal peccato in cui l’equilibrio tra senso e spirito fu distrutto” (Genesi..Il peccato dell’uomo)........
Adesso lo “stato di parziale o totale inconsapevolezza”, “la perdita dell’equilibrio tra senso e spirito” o “disconnessione” può essere ripristinata.
Secondo varie letture di parafisica (vedi “Le chiavi di Enoch”, chiave 3-1-7), originariamente i meridiani di agopuntura presenti in ogni essere umano erano collegati, a livello vibrazionale, alla griglia energetica che circonda il pianeta, le cui linee sono predisposte in un continuum per creare una connessione ad una griglia più ampia che ci unisca all’Intelligenza Universale. Nel tempo ci siamo disconnessi da queste linee. The Reconnection è proprio una riconnessione, una sintonizzazione a questo sistema di linee assiatonali che ci permette di standardizzare livelli unici di frequenze di vibrazione per il nostro benessere e la nostra evoluzione. Le linee assiatonali fanno parte di un’unità di intelligenza eterna che attrae l’energia di base per la riattivazione ed il rinnovamento dell’energia del nostro essere (sistema assiale di circolazione). Nuove linee attivate attraverso la riconnessione, fungendo da antenna ricevente, consentono uno scambio con l’Universo non più solo energetico ma di energia, luce ed informazione che ha come conseguenza la riconnessione delle catene di DNA e la reintegrazione dei filamenti.

The Reconnection (La Riconnessione) e Reconnective Healing (Guarigione Riconnettiva) sono termini che il Dr. Eric Pearl ha scelto per esprimere a suo modo al mondo intero, un concetto semplice e profondo; il permettersi di ricordare ciò che siamo nella nostra parte più intima, la nostra vera essenza: Luce. E’ il riconoscersi e il rispettarsi per ciò che si E’.
Nella luce c’è l’informazione (la Parola di Dio?). Tutti ed indistintamente possiamo ricevere l’informazione, non occorre essere migliori o peggiori, vegetariani, carnivori o vegani, cristiani, mussulmani o buddisti. Non c’è differenza, tutti possiamo ricevere allo stesso modo. Il giudizio crea separazione quanto la separazione crea giudizio.
(Prenota Adesso la tua sessione di Riconnessione)

Guarigione Riconnettiva-Reconnective Healing
La Guarigione Riconnettiva è l’esperienza che cambia la vita. E’ il riconoscimento e la riappropriazione della nostra vera essenza, cioè chi siamo. Attua cambiamenti che trascendono l’aspetto fisico, emotivo, mentale ma che operano a livello dell’evoluzione dell’essere umano. Tutto ciò, in questo momento, grazie alla possibilità di accesso ad un nuovo ed ampio spettro globale di energia, luce ed informazione (intelligenza) con piena capacità rigenerativa ed in continua evoluzione.

La Guarigione Riconnettiva si esprime a 360° per qualsiasi cosa metta a disagio la persona, in senso fisico, emozionale, relazionale, esistenziale, spirituale ecc. E’ un ritorno all’ordine/equilibrio in senso olistico. (scorri a: Parole chiave- olismo) Ogni mutamento, come ad esempio quello della salute, è una combinazione di varie componenti fisiche, mentali, emotive, spirituali (e probabilmente di altre classificazioni che non conosciamo). Le classifichiamo semplicemente secondo le loro caratteristiche predominanti. La Guarigione Riconnettiva “non corrisponde specificatamente” a niente, ma se tramite le sue frequenze di guarigione ci permettiamo di tornare in ordine/equilibrio…non abbiamo bisogno di altro. In senso più ampio le frequenze riconnettive, ovvero particelle di luce vivente dotate di intelligenza, non si interessano se sono presenti varie forme di disfunzione fisica, disagio esistenziale o altro, non si accaniscono sul problema specifico o sulla etichetta che gli diamo. Di qualsiasi estrazione sia, il problema porta con sé un messaggio che viene dalla nostra essenza e solo se ci permettiamo di riconoscerlo onestamente, nella nostra totalità possiamo avere dei cambiamenti. Le frequenze riconnettive operano considerando tutti i problemi come un unico problema, ovvero una falsa memoria basilare (o matrice imperfetta) che si manifesta attraverso tante forme speculari. Le frequenze riconnettive lavorano a livello della nostra essenza poiché solo lei è veramente in grado di riconoscere la falsa memoria basilare. Corretta tale memoria ogni etichetta scompare, favorendo la forma di guarigione più idonea per la persona. La Guarigione Riconnettiva dunque, non è una nuova tecnica di trattamento o pulizia energetica, nè una ricetta per tutti i “mali” in senso specifico. E’ il permettersi un ritorno all’ordine/equlibrio su tutti i piani, trascendendo ogni qualsivoglia tecnica. Durante una sessione di Guarigione Riconnettiva, semplicemente cercandola, sentendola ed ascoltandola, si amplifica al massimo tutta la forza intelligente (energia, luce ed informazione) che ci permette di percepire il ricordo della nostra naturale vibrazione a livello della luce. Man mano che si sente questa forza (a volte ampiamente percepibile) si attiva una vocina interiore che dice:”Ehi, tu sei questo”. Più penetra in noi questa memoria/ricordo più si vibra a livello della luce. E’ un aiutare le nostre cellule a ricordare il corretto parametro di funzionamento originario. Il nostro sistema di regolazione omeostatica lavora a livelli straordinari ed ogni densità o pesantezza scompare. Qualsiasi cosa di maggior densità o pesantezza (es. sfide della salute ) non può aggrapparsi a noi.

Perché solo ora, o perlomeno in questi ultimi anni, è possibile accedere a questo ampio spettro globale di energia, luce ed informazione? E’ soprattutto cos’è? Solo ora perché, come predetto da popoli antichi tipo i Maya e gli Incas, ci troviamo in un' Era di Transizione. E’ un qualcosa che stiamo attraversando tutti e di cui parecchie persone ne sono abbastanza consapevoli. Il tempo sembra scorrere più velocemente ed anche espandersi. La Transizione viene definita con diversi nomi: “Spostamento” o “Spostamento di Era” sono termini utilizzati da Gregg Braden che definisce questo cambiamento come “un’Era nella storia della Terra e un’esperienza di consapevolezza umana. Definita da una convergenza del magnetismo planetario decrescente con una frequenza planetaria in espansione in un certo periodo di tempo, lo ‘Spostamento’ rappresenta una rara opportunità di rimodellare collettivamente l’espressione di consapevolezza umana. Lo ‘Spostamento’ è il termine applicato al processo di accelerazione della Terra attraverso un movimento di cambiamento evolutivo, con la specie umana collegata, per sua scelta, ai campi magnetici della terra, di cui ne seguono i cambiamenti attraverso un processo di modifica cellulare”.
La convergenza della Terra unitariamente a quella dell’Universo e l’intera Galassia è in fase di cambiamento, di modificazione, stanno emergendo nuovi parametri della realtà rispetto a come la conosciamo. Il cambiamento di convergenza permette l’attivazione di nuove frequenze di vibrazione, nuove informazioni dalle quali siamo inevitabilmente influenzati. Se ci permettiamo di sentirle inizieremo a “vivere” e non più solo a “funzionare” come spesso accade. Tradotto in termini pratici significa la possibilità di una vita migliore, naturalmente sulla base di quello che ognuno desidera, vuole o reputa giusto per sè. Nel mentre, se riusciremo a non cedere alla tentazione di dire o pensare che la nostra scelta è stata la migliore o la più giusta rispetto a quella di altri (giudizio)….forse avremo fatto un passo avanti; al contrario, se cederemo a questa allettante tentazione….andrà bene lo stesso perchè è comunque una sacrosanta ed umana libera scelta.

(Prenota Adesso la tua sessione
di Guarigione Riconnettiva)

Associazione pratica di come può essere intesa la Guarigione Riconnettiva e la Riconnessione
Cercherò di esporre con un esempio, magari riduttivo per i concetti in gioco, ma semplice e pratico, su come può essere intesa la Guarigione Riconnettiva e la Riconnessione. Faccio una similitudine tra la Sorgente Divina e l’hard-disk di un computer, entrambi visti sotto forma di custodie di informazioni. In questo caso la Sorgente Divina e il disco centrale del computer sono fonte potenziale di tutte le informazioni occorrenti per la creazione e funzione, rispettivamente dell’uomo e di un programma informatico.
Partendo da queste basi la Guarigione Riconnettiva può essere intesa, sommariamente, come il programma informatico di decodificazione, ovvero l’operazione che riporta alla forma originaria informazioni rappresentate secondo un determinato codice. Rinnovato il sistema, tutto si esprimerà come un’unità coerente veloce ed efficace. La Riconnessione invece, può essere intesa come i programmi informatici che permettono il continuo aggiornamento del disco centrale.
Per l’uomo la possibilità di rigenerarsi totalmente (guarigione) in costante e consapevole connessione con la Sorgente Divina, da cui trarre tutte le nuove informazioni per la Vita (aggiornamento) ovvero, profondamente e costantemente connesso con la propria essenza nel pieno riconoscimento di se stesso.
La Guarigione Riconnettiva stimola a riordinare in breve tempo uno stato che non si sente più adatto a sè.
La Riconnessione sollecita continuamente la propria ricerca evolutiva, la propria indipendenza. E' una questione di intenti. Chiaro è che nella Riconnessione c'è una parte di Guarigione Riconnettiva e nella Guarigione Riconnettiva c'è una parte di Riconessione.
La Guarigione Riconnettiva è la volontà/capacità di accendere la propria radio interiore (Sè Interiore) per ricevere le onde dall' antenna madre (Dio?).
La Riconnessione è la volontà/capacità di sintonizzarsi il più possibile sulla giusta frequenza per poter ricevere al meglio e continuamente le onde (informazioni) trasmesse dall' antenna madre.
Il guaritore o terapeuta è il ripetitore che catalizza e favorisce la ricezione dell'onda radio ad un' altra persona. Aiuta/facilita la diffusione dell' informazione.

Tutto è informazione. L’informazione è la parola di Dio che si manifesta nel quotidiano, a livello personale e collettivo, nel bene e nel male. L’unico “problema” è che non ne siamo consapevoli. Perché? Perché non ci ascoltiamo, non poniamo attenzione a noi stessi, siamo troppo occupati a prestare attenzione all’esterno, pretendendo che quello che non ci piace cambi. Ma nulla si modificherà finchè non diventeremo veramente coscienti che tutto ciò che esiste ed accade ha un suo senso, il senso di farci desiderare qualcosa di diverso. Ciò che noi siamo.

Informazioni sulle sessioni
Per sessioni di Riconnessione e di Guarigione Riconnettiva, oltre che nel mio studio, sono disponibile presso qualsiasi altra sede. Eseguo inoltre, sedute di Guarigione Riconnettiva a distanza.

Per ricevere una sessione di Guarigione Riconnettiva o la Riconnessione non sono richieste “preparazioni” da parte del ricevente, nè tanto meno un particolare “modo di porsi” durante la seduta. Di fatto non ha alcuna utilità mettersi in uno stato di meditazione, pregare o fare una o più richieste specifiche, anzi può limitarne l’esperienza. Possibilmente vestirsi comodi e non utilizzare profumi. Non è assolutamente necessario togliere orologi, gioielli, cinture o evitare di avere addosso un indumento di color nero. L’informazione che è diretta a noi non si ferma neppure davanti ad una lastra di piombo spessa 1 metro. L’informazione trascende tutto questo. Durante le sedute sarai comodamente distesa/o su di un lettino da massaggio, mentre il terapeuta porrà attenzione a tutto ciò che...E', ovvero ascolterà consapevolmente “il Campo”. Nella Riconnessione inoltre, verranno attivati manualmente i punti e le linee assiatonali, seguendo una precisa mappatura sul corpo. In entrambi i casi utilizzando le mani come “strumento di ascolto principale”, non c’è contatto fisico.

Semplicemente:….” Chiudi gli occhi e lasciati andare. Diventa l’osservatore e l’osservato, il testimone. Fa attenzione a ciò che percepisci e a ciò che non percepisci. Fai attenzione. Concediti l’esperienza meravigliosa dell’attesa senza attaccamento ad una aspettativa precisa e specifica. Confida nel fatto che ciò che ricevi è giusto per te.

Una sessione di Guarigione Riconnettiva dura mediamente 45 minuti (compreso feedback pre e post seduta) e normalmente vengono consigliate da 1 a 3 sessioni. Possono essere eseguite in giorni consecutivi, alternati o comunque con una pausa tra una sessione e l’altra preferibilmente di non oltre una settimana. Applicabili ogni qualvolta se ne ha l'esigenza. Le frequenze riconnettive trascendono il concetto di spazio/tempo, perciò le sessioni sono eseguibili anche a distanza. La Riconnessione viene eseguita in due sessioni della durata di circa 45 minuti ciascuna (compreso feedback pre e post seduta), in giorni consecutivi o alternati. L’attivazione si riceve una sola volta nella vita. E’ consigliabile ricevere da 1 a 3 sessioni di Guarigione Riconnettiva prima della Riconnessione.
Per godere pienamente delle esperienze non sovrapporre altre sedute energetiche da 3 giorni prima fino ad una settimana dopo l’esecuzione delle sopraccitate sessioni, per rimanere più a lungo possibile a contatto con il nuovo spettro di energia, luce ed informazione. Ne trarrai maggiore beneficio.

(scorri a: Campi di applicazione)

(Prenota Adesso le tue sessioni di Riconnessione e di Guarigione Riconnettiva)

 

Ricerca The Reconnection
Il Dr. Eric Pearl, colui che sta diffondendo la Reconnective Healing e The Reconnection, collabora con famosi ricercatori scientifici e membri dell’establishment medico mondiale per dimostrarne la realtà scientifica, un ponte tra scienza e spiritualità. Tre nomi autorevoli: Prof. Konstantin Korotkov, Dr. William Tiller, Dr. Gary Schwartz.

Le tre principali domande che vari scienziati si sono posti sono:
1) Come lavora la Reconnective Healing?
2) Perché funziona?
3) Cosa accade durante una sessione di Reconnective Healing?

Molte domande sono ancora senza risposta, ma alcuni dei risultati evidenziati sono i seguenti:
Durante una sessione di Reconnective Healing avvengono significativi cambiamenti nell’attività del cervello (EEG) e del cuore (ECG), sia del paziente che dell’operatore. In particolare le onde EEG dell’operatore coinvolgono quelle del cliente (unione frequenziale).
Gli scienziati durante le sessioni hanno misurato modificazioni nei livelli dell’assorbimento di radiazione di onde gamma, le più coerenti che si conoscano. Normalmente il corpo emette un livello basso ed innocuo di radiazione gamma a causa della presenza di potassio nei tessuti molli. L’assorbimento di onde gamma favorisce l’omeostasi.
Una ricerca separata nei vari metodi di guarigione bioenergetica ha mostrato un collegamento tra l’assorbimento di radiazione gamma e la guarigione.
Ad un seminario di Reconnective Healing furono monitorate le frequenze della sala molte ore prima che il seminario iniziasse e fino alla fine del corso (2 giorni). I ricercatori notarono un cambiamento enorme dell’energia libera e termodinamica nella sala. Alla fine dei due giorni l’aumento effettivo in energia nella sala era equivalente ad un aumento di temperatura di 300 gradi (interno), anche se il cambiamento di temperatura esterna era trascurabile. Questo cambio di energia permise ai partecipanti di ottenere notevoli esperienze durante il seminario.
Un altro esperimento fu la misurazione del campo elettromagnetico intorno alle mani di operatori volontari, prima e dopo il seminario di Reconnective Healing. Gli scienziati scoprirono che tale campo incrementò in modo drammatico. Una ricerca separata nei meccanismi precedenti la guarigione bioenergetica fu la scoperta che l’alto livello di energia elettromagnetica nelle mani degli operatori di Reconnective Healing provoca un cambiamento, da uno stato di squilibrio (malattia) ad uno di equilibrio (salute).
Altri studi sulle misurazioni dei campi elettromagnetici confermano che gli operatori di Reconnective Healing possono emettere, trasmettere ed incrementare la qualità di luce ed altre frequenze elettromagnetiche attorno ai loro corpi. Gli operatori possono attivare tali frequenze incrementando l’ampiezza ed oscillazione di frequenze magnetiche nei loro corpi. Questi cambiamenti sono stati misurati in laboratorio.
NB: Tutti i dati sono pubblicati in “The Upgrade” (vedi letture consigliate).


Letture consigliate

THE RECONNECTION
La Riconnessione - Guarisci gli Altri Guarisci Te Stesso

Dr. Eric Pearl, Edizioni My Life.it
Un libro magnetico, profondo, illuminante, essenziale, ricco di significato. Con semplicità ed ironia l’autore esprime un messaggio chiaro e diretto: ”Ricordati chi sei”. Questo solo per chi non si limita ad una lettura superficiale.

THE UPGRADE Il salto quantico Doug De Vito, Edizioni MyLife The Upgrade espone l’approccio scientifico alla Riconnessione, con una vasta raccolta di dati sugli effetti delle frequenze riconnettive applicate alle persone.

IL LIBRO DELLA CONOSCENZA - LE CHIAVI DI ENOCH
J.J. Hurtak
Sino ad ora ho letto alcune chiavi di questa voluminosa opera, che richiede notevole applicazione, impegno ed una sconfinata “apertura mentale” per essere compresa. Un testo parafisico che esprime con linguaggio spirituale-scientifico le ragioni della nostra esistenza in questa realtà.

BIBBIA, Ebron
Edizioni San Paolo
Questa opera non ha di certo bisogno di commenti.

IMPLOSIONE - La Scienza Segreta dell’Estasi e dell’Immortalità
Dan Winter, Edizioni My Life.it
Un libro che si pone ai limiti della scienza, che apre una diversa prospettiva ai sistemi di credenze umane. Un percorso spirituale che si basa su scienze come la fisica quantistica, la biologia e la psicologia.

DVD
The Living Matrix
Greg Becker, Edizioni My Life.it
Questo video è una raccolta di informazioni riguardanti una nuova visione di come l’uomo vive e funziona. Scienziati di fama mondiale come Rupert Sheldrake, Bruce Lipton ed altri espongono, semplicemente, i risultati di alcune sperimentazioni effettuate.

Il Linguaggio della Matrix Divina
Gregg Braden, Macro Edizioni
L'autore spiega con chiarezza come conoscere ed esplorare l'esistenza del Campo Quantico o Matrix e come comprenderne il funzionamento.

LINK
www.thereconnection.com
www.reconnectyourself.it
www.korotkov.org
www.tiller.org
www.drgaryschwartz.com


 

 

 

DAL CORTIVO di Dal Cortivo Luciano
C.F. DLCLCN71B08F443K, P.I: 03268340266, R.E.A.: 354786
Dalcortivo.eu 2012
Credits